.

Le modalità di insegnamento/educazione sono articolate per usare le migliori e più opportune modalità a seconda delle occasioni e degli obiettivi specifici perseguiti.

Ogni ragazzo ha a disposizione il proprio personal computer, che utilizza per tutti gli elaborati scritti nelle diverse materie e per i lavori in rete.

Le lezioni in classe prevedono modalità di insegnamento più tradizionali (lezione frontale) congiuntamente a modalità che aiutino il lavoro in gruppo, l’autonomia, l’interazione ragazzi-insegnante (per questo talvolta i banchi sono allineati secondo “tradizione”, talvolta diventano un ferro di cavallo, o gruppi di 4 banchi riuniti insieme …).

Sono previsti anche momenti di lavoro in piccoli gruppi insegnanti-allievi, e talvolta sessioni one-to-one, rivolti sia a rafforzare aree in cui alcuni ragazzi possono incontrare momentanee difficoltà, sia a sviluppare le aree di eccellenza.

Sono previsti poi interventi secondo metodologie innovative come il gioco di ruolo, flip education, formazione tra pari …

L’approccio multidisciplinare è vero, concreto e costante.

I programmi sono studiati nella loro evoluzione settimanale per rafforzarsi l’un l’altro e per evidenziare connessioni e “punti di vista” complementari.

A titolo di esempio, una mattinata dedicata al medioevo potrà affrontare il tema dello sviluppo tecnologico medioevale (storia) descrivendo le innovazioni tecnologiche medioevali (tecnologia) attraverso la realizzazione di una sintesi da diversi testi (italiano) e realizzando un power point (che verrà sviluppato in informatica).

Lo svolgimento dei diversi argomenti di studio seguirà, per ogni ambito, ritmi, cadenze e intensità differenziate nei diversi periodi dell’anno secondo le esigenze didattiche.

Durante l’anno, in orario scolastico, sono previste le attività speciali, una serie di brevi cicli di lezione specifici che affrontano temi/argomenti particolari su cui è opportuno un sia pur breve lavoro specifico.

Si tratta di attività talvolta comuni a tutte le classi (e declinati a seconda dell’età), talvolta rivolti solo ad alcune classi: arti, espressione visiva, tecniche di scrittura, tecniche di relazione e concentrazione, parlare in pubblico, fotografia, nuove tecnologie, diritto, economia)

Queste attività sono svolte sia dalle nostre insegnanti sia da professionisti ed esperti esterni.

Si tratta sempre di progetti di alta qualità, mirati, che si integrano con l’azione didattica ed educativa, valutati con estremo rigore per destinare il tempo di insegnamento sempre alle finalità più convincenti e efficaci.

Ospitiamo poi incontri ed esperienze con realtà e personaggi del mondo esterno alla Scuola, da educatori ad artisti, da testimoni e esperti, che aiutino i nostri ragazzi ad allargare i propri orizzonti e alimentino la loro curiosità e intraprendenza.

Parte delle attività vengono svolte nei laboratori e aule speciali:

  • Il laboratorio per le esperienze, che favorisce il fare e il lavoro in gruppo, con particolare riferimento alla Scienza, alle Tecnologie, all’informatica, ai nuovi Media.
  • La sala di lettura/biblioteca, che favorisce il rilassarsi e la concentrazione dei singoli e dei gruppi nella attività di lettura (sia in italiano che in inglese).
  • L’aula musica, con i suoi strumenti (pianoforte, chitarra, tastiere, xilofoni …) e i sistemi di amplificazione.
  • Le palestre con la loro attrezzatura.
  • La mensa, dove si consumano i posti e dove vengono svolte alcune attività didattiche relative al cibo e alla nutrizione.

Le tecnologie e gli strumenti informatici e multimediali (oltre al PC in dotazione ad ogni studente) vengono utilizzati in modo attento, evitando un approccio che consideri le tecnologie la panacea di ogni esigenza/necessità educativa e didattica, e privilegiandone invece un uso attento, non generalista, sempre coordinato con gli altri strumenti, tecniche e finalità educative. Crescere digitali non deve mai precludere le molte altre dimensioni dello sviluppo intellettuale, emotivo e caratteriale dei ragazzi.

Ogni aula ha permanentemente montato il PC con relativo proiettore, affinché i docenti possano utilizzare ogni contenuto/contributo digitale (foto, filmati, sonori, programmi…).

Durante l’anno i nostri bambini si rapportano con situazioni, realtà ed esperienze esterne alla Scuola.

Organizziamo uscite e gite in Torino e in altre città, talvolta anche dormendo fuori (man mano che i ragazzi crescono), per visitare mostre assistere a concerti ed a eventi. La Scuola partecipa poi a Concorsi e Festival, da intendere come momento di apprendimento, maturazione, esperienza e crescita. Sempre in un’ottica non “turistica o casuale” ma in modo strettamente connesso e coerente con il resto dell’attività.

Vengono organizzate durante l’anno uscite dedicate allo Sport e alla sua conoscenza.

Sono previsti soggiorni all’estero (Francia e Inghilterra).

La nostra Scuola ospita poi spesso visiting scholars, ragazzi stranieri di ogni nazionalità che rimangono in Italia per poche settimane/mesi e per i quali i genitori desiderano una esperienza didattica bilingue e di qualità.

E’ sempre una fantastica occasione per aiutare i nostri ragazzi ad aprirsi al mondo, nonché l’occasione di instaurare nuove splendide amicizie.

Siamo sede di esame Cambridge per i nostri allievi, che desiderino ottenere le Certificazioni Linguistiche e, al termine dei 3 anni, potranno affrontare gli esami per Boarding School.